NEWS

La Bürsch: nuovo Centro di Documentazione su Archiui Cultura

27 Gen 2019

Il Centro di Documentazione dell’Alta Valle del Cervo – La Bürsch è recentemente nato come Gruppo di interesse all’interno della Fondazione O.P.L. di San
Giovanni d’Andorno, in collaborazione con la Casa Museo dell’Alta Valle del Cervo e l’Associazione Amici di San Giovanni ONLUS. L’archivio digitale è stato realizzato con Archiui Cultura.

La Nascita

Nell’estate del 2017 presso il Santuario di San Giovanni d’Adorno si è tenuta la mostra estiva “Gente e vita in Valle nel XIX sec.” in occasione della quale moltissimi visitatori hanno manifestato la volontà di donare o prestare, affinché ne fosse fatta copia, i propri documenti e le fotografie di famiglia, per evitare che tale materiale potesse andare perduto.
Le tre realtà, scoperto questo interesse comune e visto l’entusiasmo dell’iniziativa, hanno deciso di creare il Centro di Documentazione dell’Alta Valle del Cervo – La Bürsch.

L’organizzazione

Ciascun ente fondatore ha nominato due membri creando così un Gruppo per coordinare l’intero centro. A queste sei persone sono stati affiancati due specialisti già attivi nel santuario: Anna Bosazza, responsabile della Biblioteca, e Danilo Craveia, responsabile dell’Archivio storico.

L’archivio online

Il progetto, nato per portare al giorno d’oggi i documenti storici, ha subito constatato la necessità di utilizzare strumenti informatici per permettere la consultazione e la pubblicazione dei dati raccolti.
Per questo compito il Centro di Documentazione ha scelto Archiui Cultura.: è nato così il portale Centro di Documentazione dell’Alta Valle del Cervo – La Bürsch.

Il concorso per il logo

Il Centro ha, inoltre, indetto un concorso per la creazione del proprio logo. Il concorso è aperto a tutti e ha come tema di base il ”Campanum” di San Giovanni d’Adorno, che dovrà essere sempre presente negli elaborati.
La partecipazione è gratuita e gli elaborati dovranno essere consegnati entro il 31 Marzo. I risultati verranno resi noti entro il 15 Aprile.
Il vincitore del concorso riceverà in premio una selezione di volumi di interesse locale messi a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.

Pubblicata il
27 Gen, 2019